In una scena subacquea dove siamo abituati al classico Sub con una bombola posizionata sulla schiena, fa quasi scalpore vederne uno con due o più bombole agganciate lateralmente, chiamato sistema sidemount.

Da anni la febbre delle bombole laterali hanno catturato i sommozzatori tecnici, ma ora sempre più spesso si vedono anche i subacquei ricreativi con questa configurazione. Ma cosa c’è dietro questo sistema? Da dove proviene? Ha davvero vantaggi anche per i subacquei ricreativi oppure è solo un fenomeno alla moda?

Diamo un’occhiata più da vicino a questo sistema con bombole laterali:

Storia: Il Regno Unito negli anni ’60

Tutto comincia nell’Inghilterra sud-occidentale degli anni ’60, all’interno delle Grotte di Wookey Hole. Il gruppo di speleologi britannico, frustrato dall’impossibilità di proseguire le esplorazioni a causa di passaggi occasionalmente sommersi, inizia ad integrare alcune attrezzature subacquee per poter proseguire anche dove l’acqua sembrava bloccare il passaggio.

Grotte di Wookey Hole
Grotte di Wookey Hole

Eliminato il limite dell’acqua, i subacquei britannici si accorgo ben presto di dover fronteggiare un nuovo problema: i passaggi diventavano infatti via via più stretti, e la loro attrezzatura subacquea era troppo ingombrante per permettere loro un passaggio agevole.

Il gruppo inizia così a sperimentare ed improvvisare nuove configurazioni estremamente minimaliste riducendo al minimo la massa e consentendo di rimuovere e sostituire facilmente le bombole in caso di necessità, riuscendo a proseguire anche dove sembrava inizialmente impossibile.

Il loro sistema, studiato per dare priorità ad agilità e camminata anzichè al galleggiamento, viene rinominato dall’opinione comune come Sistema Inglese. 

Gli americani trasformano il Sistema Inglese

La “Bocca del Diavolo” in Florida

Negli anni ’80, il Sistema Inglese sembra essere il metodo più diffuso anche negli Stati Uniti, grazie alla semplicità del sistema ed alla sua leggerezza. Gli americani devono però scontrarsi con il sistema di grotte della Florida, il quale a differenza delle grotte inglesi, richiede un tempo di nuoto maggiore ed un sistema che consenta loro di galleggiare.

Gli americani sviluppano così un loro sistema di galleggiamento che possa al contempo garantire loro la stessa agilità sviluppata dagli inglesi, scoprendo che un ruolo fondamentale è ricoperto dalla posizione delle bombole. Queste vengono così spostate dalla coscia alle ascelle, l’assetto viene migliorato notevolmente e, con esso, il consumo di aria e lo stress fisico generale vengono drasticamente ridotti.

Il debutto in ambito commerciale

Nel frattempo, sempre in Florida, un subacqueo di nome Lamar Hires si appassiona all’immersione in caverna, visitando e mappando quasi l’intero sistema di grotte del nord della Florida. Nel 1985 decide di scrivere il primo corso di specialità Sidemount dedicato agli appassionati del settore e, a metà degli anni ’90, progetta il primo sistema di immersione Sidemount commerciale per Dive Rite.

Nel nuovo millennio le immersioni in grotta sono diventate via via più popolari e, di conseguenza, il sistema Sidemoun

Ma è diventato famoso nel 2010 quando è iniziata la “Tec-Revolution” che è stata utilizzata anche in mare aperto. Al giorno d’oggi è possibile vedere il subacqueo usando la configurazione Sidemount quasi ovunque e non è più limitato a subacquei tecnici.

Benefici

Ma quali potrebbero essere i vantaggi dell’utilizzo di Sidemount in acque libere per immersioni ricreative?

Sicurezza

La facile accessibilità ai regolatori di primo stadio e alle valvole della bombola migliora l’efficienza e la velocità delle procedure critiche di chiusura delle bombole, consente l’identificazione immediata della perdita di aria o gas e fornisce al subacqueo un rapido accesso a procedure di emergenza alternative, come lo scambio di regolatori tra bombole o per consentire la respirazione direttamente dalla valvola della bombola in caso di emergenza.

Vantaggi

I subacquei con problemi alla schiena spesso traggono vantaggio dal sistema Sidemount, poiché il peso viene trasferito dalla colonna vertebrale ai fianchi e alle spalle e la schiena viene mantenuta meno rigida. Inoltre, i subacquei Sidemount beneficiano di un aumento della fornitura di aria, consentendo immersioni potenzialmente più lunghe. Il posizionamento delle bombole sotto le braccia riduce la resistenza all’acqua, aumentando l’efficienza della spinta.

Limitazioni

La maggior parte dei subacquei ricreativi fa affidamento sul compagno per richiedere aria alternativa in caso di salvataggio e non portano una fornitura di aria ridondante. La posizione della valvola della bombola dietro la testa si è dimostrata ragionevolmente sicura in milioni di immersioni, anche se alcuni subacquei hanno difficoltà fisiche a raggiungere la valvola mentre indossano l’attrezzatura, in particolare se il cilindro è montato relativamente basso sull’imbracatura. Sebbene i subacquei Sidemount possano trarre beneficio dall’essere facilmente in grado di vedere e manipolare i primi stadi o le bombole, questo è raramente richiesto nell’uso ricreativo. Nelle immersioni con singola bombola, raramente c’è motivo dichiudere una valvola durante le immersioni e non è necessario cambiare o gestire diversi gas.

Conclusione

Di sicuro molte persone iniziano a immergersi con il sistema sidemount perché è un fenomeno moderno, ma anche perché è più sicuro. Comfort e volume di aria più elevato rendono questa configurazione preferibile per le persone che vogliono ottenere il massimo dalle proprie immersioni. E tu? Hai già sperimentato la configurazione Sidemount? Dai un’occhiata al nostro articolo Sidemount e vieni a provare di persona!